Le pre-application a Switch2Product sono ufficialmente aperte

Trasforma la tua idea o il tuo progetto in una startup
Le pre-application a Switch2Product sono ufficialmente aperte fino al 29.05 su https://lnkd.in/dXq9qhkP
Application ➡ dal 30.05 al 07.07

Chi può candidarsi:
ricercatori, studenti PhD, post-Doc, docenti del Politecnico di Milano
laureandi, studenti di master, studenti MBA e Alumni del Politecnico di Milano.

I primi 50 team che completeranno il form accederanno ai workshop dell’Innovation Boost Program, un percorso che valuta il potenziale tecnologico e di business della tua idea e ti aiuta a definire un piano di sviluppo solido e concreto.
6 settimane con le 45 startup che hanno superato la seconda fase di selezione
accesso preferenziale per i primi 50 team che completano la pre-application
workshop tematici per descrivere con chiarezza il proprio progetto e individuare i possibili sbocchi di mercato.

S2P è un programma di accelerazione organizzato da

hashtag, Politecnico di Milano e Deloitte.

Foldcast winner at Boldbrain Startup Challenge

The 2023 edition of the Boldbrain Startup Challenge concluded with the traditional evening event dedicated to the winners’ announcement yesterday. 500 people attending the event in-person saw Foldcast taking home the first prize as well as the audience award. Foldcast develops a sustainable, cardboard-based formwork to cast concrete.

www.boldbrain.ch

More info at : https://www.startupticker.ch/

Morpheos technology for IoT

Introducing #IoT technology into your offering can be a time-consuming and costly process for small and medium-sized businesses. With the aim of offering a concrete #soluzione to the difficulties of accessing the IoT market, in #Morpheos we have implemented a modular and scalable #piattaforma, which combines #elettronica#software and #IntelligenzaArtificiale, allowing the development of connected devices quickly and at reduced costs.
#Contattaci and find out how to renovate your products.

 

Introdurre la tecnologia #IoT nella propria offerta, può essere un processo lungo e costoso per piccole e medie imprese. Con l’obiettivo di offrire una #soluzione concreta alle difficoltà di accesso al mercato IoT, in #Morpheos abbiamo implementato una #piattaforma, modulare e scalabile, che combinando insieme #elettronica#software ed #IntelligenzaArtificiale, consente di sviluppare in tempi rapidi e costi ridotti, dispositivi connessi.
#Contattaci e scopri come rinnovare i tuoi prodotti.

VIBROFECT: INTERVISTA A NINA BONO E GABRIELE CANDIANI

Dalle aule del Politecnico di Milano al Premio 2031 il passo è breve, e la storia imprenditoriale di VibroFect è già costellata da importanti riconoscimenti. Ne parliamo con Nina Bono, R&D Product Engineer, e Gabriele Candiani, Project Leader della startup early stage che ha sviluppato una tecnologia innovativa che consente di realizzare nanoparticelle stabili.

Com’è nata VibroFect? Ripercorriamo brevemente le principali fasi della vostra storia.

Risponde Gabriele Candiani: “VibroFect è nata nel 2020 nei nostri laboratori gent_LΛB del Politecnico di Milano dall’esigenza di soddisfare la richiesta, sia interna che da parte di altri operatori del settore, di gold standard per la veicolazione di acidi nucleici in cellule. Infatti, i sistemi commerciali al tempo disponibili non soddisfacevano i requisiti di elevata efficacia, atossicità, versatilità nel veicolare diversi tipi di acidi nucleici a qualsiasi tipo di cellule, facilità di utilizzo, con costi contenuti. Lo stesso anno, il Technology Transfer Office del Politecnico ci ha assistito nel percorso di brevettazione della nostra tecnologia.
VibroFect è ora coperta da brevetto concesso in Italia ed Europa, e in fase di estensione PCT in USA e Canada. Io e Nina Bono siamo 2 dei tre inventori della tecnologia, assieme alla ex-studentessa Federica Ponti.
Il team VibroFect è attualmente costituito da 4 persone. Ci sono io, project leader di VibroFect, che porto al team più di 15 anni di esperienza nello sviluppo di reagenti e tecnologie per la veicolazione di acidi nucleici in cellule; Nina Bono, la nostra R&D Product Engineer, che ha esperienza decennale nella prototipazione di tecnologie e nella bioreattoristica; Giovanni Protopapa, si occupa di Business Development e lavora all’interfaccia tra la nostra R&D e il cliente, e Dario Caleffi, Strategy Manager con oltre 25 anni di esperienza in business planning project management. Agli inizi del 2024, si unirà al team una Junior R&D Engineer.
Nel 2021 abbiamo partecipato al programma di empowerment imprenditoriale Switch2Product e abbiamo vinto il grant di Janssen Italia concorrendo nel settore Health & MedTech, e partecipato al programma di accelerazione mirato allo sviluppo imprenditoriale e tecnologico. In quell’occasione abbiamo conosciuto Dario Caleffi, allora nostro Strategy Manager. Oltre al conseguimento del grant da parte di Janssen, abbiamo ricevuto un premio speciale da Bugnion per il deposito e la registrazione del marchio. VibroFect è inoltre stata tra i 10 finalisti di Startcup Lombardia 2020, e tra i 10 finalisti all’Italian Tech Week 2023, scelta e supportata da Toscana Life Sciences. Nel 2023 abbiamo ricevuto un ulteriore grant partecipando al programma BOOSTECH finanziato dal MISE, relativo a progetti di Proof of Concept (PoC). I finanziamenti e la visibilità ottenuti ci hanno permesso di aumentare il TRL della nostra tecnologia che è ora pari a 5. Partiti 2 anni fa con una fase prototipale e assemblaggio del dispositivo gestita interamente nei nostri laboratori, oggi disponiamo di dispositivi di elevata qualità e dal design accattivante, prodotti da ROLD S.r.l. Il dispositivo VibroFect e la reagentistica VibroFect sono ora in fase di validazione presso early adopters nazionali e internazionali.

Il vostro team ha sviluppato una tecnologia di transfezione utilizzabile con diversi tipi di cellule e acidi nucleici. Quali sono le caratteristiche di questa tecnologia?

Risponde Nina Bono: “I dispositivi e reagenti disponibili sul mercato fino a qualche anno fa per veicolazione di acidi nucleici in cellule non soddisfavano appieno tutti i desiderata dell’utente finale. La nostra tecnologia VibroFect si basa sull’utilizzo di un reagente proprietario denominato VibroFect reagent, al quale il cliente aggiunge gli acidi nucleici che intende veicolare. La provetta contenete questa soluzione viene caricata nel dispositivo, detto Vibrofect device, che in soli 10 secondi produce dei nanovettori che sono così pronti per essere dispensati alle cellule. Caratteristiche della nostra tecnologia sono l’elevata efficienza di trasfezione dei nanovettori, che è fino a 100 volte superiore rispetto ai prodotti utilizzati di routine nei laboratori, la bassa o nulla tossicità, fino a 3 volte inferiore rispetto ai competitor, l’estrema versatilità di utilizzo, potendo essere impiegata per trasfettare molteplici tipi di cellule con qualsisia tipo di acido nucleico, una riduzione fino a 90 volte dei tempi di lavorazione per la preparazione dei vettori seguendo una semplicissima procedura di 2 passaggi, costi assolutamente competitivi rispetto ai concorrenti commerciali che richiedono un maggior quantitativo di acidi nucleici per ottenere un effetto peggiore o comparabile al nostro. Queste, in breve, sono le ragioni che ci portano a ritenere che la tecnologia VibroFect possa diventare un benchmark nell’ambito della trasfezione. Infine, stiamo attualmente ampliando in nostro parco brevetti con prodotti dedicati alla veicolazione di specifici acidi nucleici in specifici tipi di cellule.

Avete vinto il Premio 2031, che vi ha messo in contatto con TLS. Cosa vi aspettate da questo percorso?

Risponde Nina Bono: “Nell’ambito del programma messo in palio da TLS, auspichiamo di ricevere servizi dedicati alla crescita della nostra idea di impresa: dall’analisi degli asset fino all’analisi di stato dell’arte e di mercato per disclosure di invenzioni e relativa redazione di preliminary opinion search report, nonché l’analisi di rapporti di ricerca e identificazione di strategie di risposta, di business intelligence e trasferimento tecnologico, di orientamento imprenditoriale e preparazione del piano industriale. Dal punto di vista pratico, vorremmo usufruire dei servizi di tutoraggio accordi di licenza e “shortlisting” dei potenziali partners, della ricerca e selezione opportunità di finanziamento pubblico e privato, di market analysis e business intelligence. D’altra parte, TLS è una realtà tecnologica e scientifica di assoluto rilievo a livello nazionale e non solo, per cui crediamo di poter supportare i ricercatori attualmente in forza presso i laboratori di Siena nella produzione di terapie innovative, come quelle a base di anticorpi monoclonali.

Avete sviluppato altri contatti? Cosa prevedete per il futuro di VibroFect?

Risponde Gabriele Candiani: “I finanziamenti e la visibilità ottenuti nello scorso triennio si sono tradotti in miglioramenti tecnologici (la tecnologia ad oggi si assesta ad un TRL pari a 5) e partnership con centri di ricerca ed enti operanti nel settore di riferimento. Infatti, il dispositivo VibroFect e la reagentistica VibroFect sono ora in fase di validazione presso early adopters nazionali e internazionali. Tra questi possiamo citare centri di eccellenza quali l’Istituto Neurologico “Carlo Besta” e il Centro ICGBE di Trieste, l’Università Insubria e l’Università di Pavia. VibroFect è attualmente una tecnologia innovativa che consente di ottenere nanoparticelle atossiche particolarmente efficaci nella veicolazione di acidi nucleici. VibroFect si rivolge ai mercati delle biotecnologie, delle tecnologie mediche e del settore farmaceutico, nonché a chiunque conduca ricerca di base e applicata in ambito accademico e industriale. Auspichiamo che in futuro VibroFect verrà impiegata per la produzione di proteine ricombinanti, l’editing genico e lo sviluppo di terapie avanzate quali vaccini e terapia genica.  La nostra roadmap è chiara, puntiamo a crescere, con il supporto di Toscana Life Sciences.

Business Apéro 2023: From MVP to full-scale product

USI Startup Centre

Date: 28 November 2023 / 17:30 – 20:00

Startup Lounge, USI Startup Centre, Level 2, Sector C, East Campus (via la Santa 1, Lugano-Viganello)

Business Apéro is an annual information and networking event organised by USI and SUPSI as part of the Innosuisse Start-up Training Programme. The event is open to entrepreneurs, students, researchers and anyone interested in launching an innovative startup.

Event programme:

17.30 – 17.40  |  Welcome and introduction by USI Startup Centre

17.40 – 18.10  |  “Scaling B2C online businesses” by Alessandro Soldati, CEO of GOLD AVENUE

18.10 – 18.40  |  “What an MVP can tell you?” by Luca Camerini, CEO and Co-founder WellD, Co-founder TellTheHotel and Empirico

18.40 – 19.00  |  “Thinking beyond the product features – Considerations from an early-stage investor” by Dario Caleffi, Startup Mentor, Investor and Founder

19.00 – 20.00  |  Apéro & Networking

PREMIO 2031 TLS A VIBROFECT

A Torino è tempo di premiazioni per 2031, il Premio ex Marzotto dedicato all’innovazione delle principali start-up italiane. Un riconoscimento che permette ai 40 partner di selezionare le startup finaliste.  Per  l’anno 2023, il premio TLS è andato a VibroFect, startup early stage che ha sviluppato una tecnologia innovativa che consente di realizzare nanoparticelle stabili.

VibroFect. VibroFect è una tecnologia innovativa sviluppata dal Politecnico di Milano – Dipartimento di Chimica, che consente di ottenere nanoparticelle atossiche particolarmente efficaci nel trasporto degli acidi nucleici. Grazie a un movimento oscillatorio monoassiale che avviene a una determinata frequenza e ampiezza, le vibrazioni vengono trasmesse a una provetta contenente uno specifico reagente e gli acidi nucleici di interesse in modo da mescolarli e ottenere nanoparticelle stabili e riproducibili.

Il percorso offerto da TLS. Grazie al programma di TLS, VibroFect avrà l’opportunità di ricevere tanti servizi dedicati alla crescita della propria idea di impresa

Boldbrain 2023 – Applications are live

Applications for Boldbrain Startup Challenge 2023 are open! The accelerator is meant for early-stage startups or ideas. Any industriy is welcome. The prerequisites for applying are the innovative nature of the idea and the scalability of the project. Teams from abroad can apply if they are willing to develop and establish their project in Ticino.

 

🗓️📌Application deadline: June 16th, 2023 (23:50 CEST)

👉 Info and application at: www.boldbrain.ch

 

Gaia Turbine SA closes CHF 1M seed investment round

Gaia Turbine is developing and will commercialize an innovative plug-and-play hydroelectric turbine that achieves more than 90% efficiency in wide range of working conditions, much better than the conventional turbines. The capital raised will be used to install a pilot turbine at a hydroelectric power plant in Ticino and start the commercialization efforts.

2021 Unicorn Startups vs 2023 Donkey Startups

Unicorns:

– Raised sooo much money

– Hedge funds turned VCs led every round past the B and drove the valuation to sky-high limits

– Hired and hired and hired

– 45 month payback

– Sponsored everything under the sun

– Valuation implied they’d get 100% market share and kill Salesforce and Hubspot within 5 years

– If they don’t 3x this year all is lost

– Even with $20M in the bank, only 10 months of runway left

– Beautiful creatures but not particularly durable

 

Donkeys:

 

– Bootstrapped till profitability then raised a nominal amount of funding

– Did one round and moved back to profitability shortly thereafter

-Kept the team lean and mean and used automation wherever they could

– 20% growth this year but profitable and sustainable

– 12 month payback

– Valuation implied they’re a solid company with durable enterprise value

– They’re profitable so if they don’t hit their growth target they still get to be a company forever

– Infinite runway

– They’re an acquired taste but they get the job done and make it to the top of the mountain

 

Date a unicorn. Marry a donkey.

 

Sam Jacobs